Visual Composer: Custom query in Grid

I custom post type rappresentano qualcosa di quasi indefinito nel panorama WordPress, ma che di fatto diventano uno strumento potente e fondamentale per chi vuole sfruttare il potente back-end di WP e il suo editor per creare contenuti diversificati. Parliamo quindi di custom post type quando vogliamo costruire dei contenitori diversificati per i nostri contenuti.

Se voglio, per esempio, creare il “contenititore” per il mio Portfolio, dovrò direttamente mettere mani al file functions.php del mio tema inserendo il seguente codice (Ottimamente commentato in italiano da Davide De Maestri):

function portfolio_custom_post() { 
    // creazione (registrazione) del custom post type
    register_post_type( 'portfolio', /* nome del custom post type */
        // aggiungiamo ora tutte le impostazioni necessarie, in primis definiamo le varie etichette mostrate nei menù
        array('labels' => array(
            'name' => 'Portfolio', /* Nome, al plurale, dell'etichetta del post type. */
            'singular_name' => 'Portfolio', /* Nome, al singolare, dell'etichetta del post type. */
            'all_items' => 'Tutti i Portfolio', /* Testo mostrato nei menu che indica tutti i contenuti del post type */
            'add_new' => 'Aggiungi nuovo', /* Il testo per il pulsante Aggiungi. */
            'add_new_item' => 'Aggiungi nuovo Portfolio', /* Testo per il pulsante Aggiungi nuovo post type */
            'edit_item' => 'Modifica Portfolio', /*  Testo per modifica */
            'new_item' => 'Nuovo Portfolio', /* Testo per nuovo oggetto */
            'view_item' => 'Visualizza Portfolio', /* Testo per visualizzare */
            'search_items' => 'Cerca Portfolio', /* Testo per la ricerca*/
            'not_found' =>  'Nessun portfolio trovato', /* Testo per risultato non trovato */
            'not_found_in_trash' => 'Nessun portfolio trovato nel cestino', /* Testo per risultato non trovato nel cestino */
            'parent_item_colon' => ''
            ), /* Fine dell'array delle etichette */   
            'description' => 'Raccolta dei Portfolio', /* Una breve descrizione del post type */
            'public' => true, /* Definisce se il post type sia visibile sia da front-end che da back-end */
            'publicly_queryable' => true, /* Definisce se possono essere fatte query da front-end */
            'exclude_from_search' => true, /* Definisce se questo post type è escluso dai risultati di ricerca */
            'show_ui' => true, /* Definisce se deve essere visualizzata l'interfaccia di default nel pannello di amministrazione */
            'query_var' => true,
            'menu_position' => 4, /* Definisce l'ordine in cui comparire nel menù di amministrazione a sinistra */
            'menu_icon' => get_stylesheet_directory_uri() . '/img/custom-post-icon.png', /* Scegli l'icona da usare nel menù per il posty type */
            'rewrite'   => array( 'slug' => 'portfolio', 'with_front' => false ), /* Puoi specificare uno slug per gli URL */
            'has_archive' => 'true', /* Definisci se abilitare la generazione di un archivio (equivalente di archive-libri.php) */
            'capability_type' => 'post', /* Definisci se si comporterà come un post o come una pagina */
            'hierarchical' => false, /* Definisci se potranno essere definiti elementi padri di altri */
            /* la riga successiva definisce quali elementi verranno visualizzati nella schermata di creazione del post */
            'supports' => array( 'title', 'editor', 'author', 'thumbnail', 'excerpt', 'trackbacks', 'custom-fields', 'comments', 'revisions', 'sticky')
        ) /* fine delle opzioni */
    ); /* fine della registrazione */
 
} 
 
// Inizializzazione della funzione
add_action( 'init', 'portfolio_custom_post');

E ricaricando il nostro back-end di WordPress ci ritroveremo con questa situazione:

Schermata 2015-11-15 alle 23.14.06

A questo punto, dopo aver inserito dei contenuti nel nostro nuovo contenitore, da front-end dovremmo poter richiamare tali contenuti tramite delle custom query lavorando direttamente sul codice, ma per questo vi rimando direttamente al codex ufficiale WordPress sull’argomento.

Essendo un affezionato utilizzatore del plugin premium Visual Composer, spiegherò come richiamare i contenuti custom con una semplicissima riga di codice e pochi click!

Visual Composer permette di organizzare i contenuti in varie forme accattivanti, come per esempio griglie con effetti e animazioni.

Nel seguente video si può vedere una panoramica su tali funzioni di Visual Composer:

Vediamo dunque come creare una griglia con il nostro custom post type che abbiamo chiamato Portfolio:

Schermata 2015-11-15 alle 23.31.30

Ho inserito un elemento Post Masonry Grid configurato come si vede su per organizzare in una griglia i miei custom posts.

La Custom query richiesta da Visual Composer è estremamente semplificata rispetto alle query canoniche di WordPress e la sintassi risulta essere la seguente, dovendo richiamare dei post type “portfolio” e una tassonomia custom “premium”:

post_type=portfolio&portofolio-tag=premium&post_status=publish

si può richiamare anche una tipologia per volta o aggiungere delle condizioni a seconda delle necessità, si può agire in questo modo anche su posts normali usando la stessa sintassi per creare un filtro veloce ai contenuti che vogliamo organizzare in grigia.

Fonte: design33

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.